- Y10 2░ SERIE -
RISCALDATORE AUTOMATICO


Il riscaldatore automatico consiste in un gruppo di comando elettronico che gestisce:
- ricircolo aria
- regolazione temperatura
- regolazione diffusori
- regolazione 3 velocitÓ ventola

clima

Con la seconda serie della Y10 viene aggiunto il ricircolo dell'aria abitacolo, il riscaldamento con comando servoassistito si evolve in una versione ora gestita elettronicamente, dotata sia di controlli manuali che di una funzione automatica. E' sufficiente impostare la temperatura voluta sul display e il sistema imposta da solo ventola e flussi aria per raggiungere e mantenere la temperatura voluta. Il dispositivo è dotato di 3 sensori di temperatura che rilevano l'aria esterna, l'aria interna e l'aria trattata. Cuore del dispositivo è un microprocessore programmato, con software residente, che sovrintende alla funzionalità sia automatica che manuale del gruppo di riscaldamento.

Le 2 bocchette laterali regolabili della plancia possono immettere solo aria esterna, solo con vettura in movimento perchè non comunicano con il gruppo di riscaldamento, quindi non riscaldata, le grigliette fisse delle 2 bocchette laterali dirigono il flusso di aria proveniente dal riscaldatore verso i cristalli delle porte per eventuale disappanaggio dei vetri. I flussi in blu sono di aria fredda, quelli in rosso sono di eventuale aria riscaldata, la distribuzione dell'aria è la stessa usata sulla prima serie della vettura con l'aggiunta del ricircolo.

diffusori

Il radiatorino del riscaldamento, posto all'interno del gruppo riscaldatore sito nel cofano, Ŕ sempre attraversato dall'acqua di raffreddamento del motore, la regolazione della temperatura aria Ŕ ottenuta aumentando o diminuendo il flusso di aria che lo attraversa.

Il gruppo di miscelazione aria sito nel cofano Ŕ a presa diretta dell'aria che entra dalle griglie realizzate nella parte in metallo sotto il parabrezza anteriore, zona notoriamente piena anche di sporcizia, foglie secche e polvere, è buona cosa togliere la ventola di tanto in tanto e aspirare le porcherie dal radiatore del riscaldamento per limitare l'ingresso in abitacolo delle suddette e garantire un corretto flusso di aria atteaverso il radiatore stesso.

Autodiagnosi riscaldatore: c'è la possibilità di attivare una diagnosi residente nel software del gruppo riscaldamento per verificare il corretto funzionamento delle sonde di temperatura, degli sportelli servoassistiti e della ventola aria al fine di verificare eventuali anomalie.

L'accensione delle luci di posizione attenua la luce del display e delle segnalazioni e attiva la retroilluminazione verde dei tasti.

Il gruppo di comando esiste sia di colore marrone che nero ed è retroilluminato in verde.


Indietro